Albi professionali. Redditi bassi e concorrenza minano le casse. Il Recupero crediti delle quote annuali verso gli iscritti.

In Italia sono presenti ben 28 ordini e collegi professionali, che contano complessivamente oltre 2 milioni e 400 mila iscritti. Tuttavia, se si considerano anche i dipendenti degli studi, l’area delle professioni ordinistiche vede coinvolti complessivamente circa 6 milioni e mezzo di lavoratori.

Le professioni non costituiscono più come alcuni anni or sono una chance rispetto alla crisi occupazionale del lavoro dipendente.

Il calo dei redditi – Confronto 2005 e 2015

Le Casse di previdenza sono la prova che le giovani generazioni entrate negli Albi hanno raggiunto compensi vicino alla soglia di sopravvivenza. La disaffezione e l’allentamento dei giovani dalla libera professione ne è un’ulteriore conferma. I dati relativi ai candidati all’abilitazione per diventare commercialista, architetto e ingegnere sono esplicativi. Gli iscritti all’esame di Stato sono crollati di oltre il 40% tra il 2006 ed il 2016.

Per queste ragioni, da qualche tempo tra le Casse ma anche tra i Consigli nazionali, si va facendo strada la consapevolezza che occorra affiancare al welfare tradizionale una politica per attirare e fidelizzare i giovani professionisti. Sarà quindi importante finanziare l’avvio degli Studi, facilitare le aggregazioni ma anche finanziare progetti di crescita professionale in Italia e all’estero.

Da qualche anno Invenium affianca decine di Albi professionali a livello regionale e provinciale per la gestione ed il recupero delle quote associative annuali. La riscossione non è certo di natura coercitiva poiché l’obiettivo è sempre di mantenere una relazione distesa con l’associato moroso, aiutandolo anche con modalità di pagamento dilazionate nel tempo. E’ chiaro poi che, se dovesse permanere il rifiuto al pagamento nei termini sopra indicati si paventerà l’ipotesi di adire ad un giudizio disciplinare fino all’estrema conseguenza della cancellazione dall’Albo.

Contattaci per maggiori informazioni e per parlare con un esperto, o visita il sito www.invenium.it