Le parcelle di compenso alla base dei servizi di litigation funding cambiano nome a seconda della prassi giuridica dei vari paesi. I termini più noti sono: contingent fee, utilizzato negli Stati Uniti, e conditional fee, utilizzato in Inghilterra e Galles.

Alla base, troviamo la medesima formula di prestazione legale: il finanziamento della disputa in modo che il pagamento sia dovuto solo quando venga raggiunto un risultato favorevole per il cliente.

I vari tipi di contingent fee sono solitamente calcolati in percentuale netta su quanto percepito dal cliente in caso di successo (da qui il termine success fee). Nel mondo anglosassone si utilizza spesso l’espressione gergale “no win no fee” (niente vittoria, niente parcella). In Italia questa tipologia di intervento prende il nome di patto di quota lite.

Perché Litigation Funding?

Il Patto di quota lite, o Litigation Funding, rappresenta una soluzione che consente di affrontare controversie sia in fase giudiziale che extragiudiziale – con elevate prospettive di successo – mitigando il rischio finanziario del Cliente.

  • Elevata Probabilità di Successo – Situazioni in cui sia necessario un investimento stimabile con un buon grado di precisione a fronte di elevata probabilità di successo con il conseguente indennizzo o recupero della partita creditoria.
  • Nessun Investimento – Posizioni finanziarie o strategiche della parte soccombente non idonee a sopportare le spese necessarie ad affrontare una controversia legata ad una transazione fallita, come una joint-venture o un accordo commerciale o semplicemente una fornitura rilevante.
  • Debito non-recourse – Grazie al Patto di quota lite il debito non deve essere rimborsato e di conseguenza non esiste nemmeno la necessità di dover affidare il Cliente sotto il profilo del merito creditizio. Al termine di una causa e con la vittoria della stessa, si procederà a corrispondere il compenso secondo i termini di accordo.
  • Libertà di Azione – Il cliente può affrontare situazioni conflittuali impegnative che, in caso di vittoria, potrebbero sbloccare ingenti risorse finanziarie senza, per questo intaccare le proprie linee di credito e compromettere il proprio rating creditizio o bancario.
  • Rischio Limitato – Con il Patto di quota lite non c’è nessuna responsabilità dell’eventuale non ripagamento del debito per l’insuccesso del progetto. Il rischio sarà integralmente a carico di Invenium sia per l’ammontare delle spese sostenute che per il tempo dedicato.
  • Maggiori Garanzie – L’articolato e approfondito esame della documentazione unitamente alla profonda esperienza del team legale consentono una stima molto realistica delle probabilità di successo dell’azione giudiziale o extragiudiziale. Ciò consentirà, tra l’altro, una più precisa pianificazione e programmazione degli incassi.

Vantaggi del Litigation Funding

Analizziamo quotidianamente una vasta gamma di situazioni conflittuali, anche molto complesse, che riguardano le Imprese sia in Italia che a livello internazionale forti della relazione con il Gruppo INVENIUM e dei Sui Partner in 105 Paesi.

Il nostro processo di finanziamento

Il Processo di richiesta di un Investimento nel contenzioso è semplice. Le parti in genere raggiungono un accordo sulle condizioni economiche iniziali attraverso una lettera d’intenti non vincolante. I termini del Patto di quota lite possono poi cambiare dopo la due diligence e la valutazione del caso, ma è importante che le parti condividano una visione, nello spirito della Partnership.

VUOI UN'ANALISI GRATUITA DEL TUO CREDITO?

I ritardi di pagamento fanno mancare liquidità e generano costi finanziari e amministrativi. Farsi pagare prima rende moltissimo.

Lascia i tuoi dati, verrai contattato da un nostro esperto.

 

Accetto ad essere ricontattato