Il recupero crediti nell’industria del marmo

Investire permette di affrontare il futuro con prospettive migliori, ma è richiesta un’attenzione anche alla tutela dei crediti soprattutto verso clienti extra UE – maggiormente a rischio insolvenza

Nel 2015 gli investimenti mondiali nel settore lapideo si sono collocati intorno ai due miliardi di euro.

Rispetto al fatturato mondiale del lapideo, l’incidenza degli investimenti si attesta a circa un decimo del valore, e quindi costituisce una quota importante che testimonia, pur fra diffuse tendenze riflessive, l’esistenza di una buona propensione delle imprese ad impegnarsi nello sviluppo del lapideo.

CanalgrandeL’avanzamento tecnico e la crescita della produttività sono fattori oggettivi che dovrebbero giustificare, laddove consentito dalle normative nazionali, il ricorso agli ammortamenti accelerati, e quindi, a maggiori investimenti con un contestuale beneficio fiscale

E’ inutile precisare che questa propensione cambia notevolmente da un Paese all’altro, e che risulta più alta dove la produzione di cava, la trasformazione di laboratorio e le spedizioni crescono più della media: è il caso della Cina e di vari Paesi extra-europei in crescita, che talvolta sono, nello stesso tempo, importanti costruttori ed esportatori di macchine. Quindi anche in questo settore che per il Made in Italy è sempre stato una punta di eccellenza, si rischia il sorpasso da parte di Paesi extra UE che pur non garantendo un livello qualitativo adeguato beneficiano di altri fattori competitivi che noi in Italia non possediamo

Investire significa avere una buona possibilità di ricorso al credito o all’autofinanziamento due fonti  che sono diventate meno accessibili, soprattutto in Europa, inducendo diffuse preoccupazioni poichè senza investimenti il settore non progredisce.

Ecco perché tra le esigenze fondamentali, più o meno dovunque, c’è quella di garantire finanziamenti tempestivi e a costi contenuti, senza dimenticare, a livello internazionale una spasmodica attenzione al rischio di crediti

Chi investe è in grado di affrontare la congiuntura con prospettive migliori ma poi è anche necessario individuare i mercati di sbocco, la clientela più redditizia, mantenendo al contempo il rischio di credito sotto controllo

Oggi Invenium è fortemente impegnata nel fornire supporto nel recupero dei crediti soprattutto extra UE a favore di diversi esportatori italiani  dell’industria del settore litico e dell’intera filiera: dai prodotti grezzi ai semilavorati e finiti, dai macchinari e le tecnologie per la lavorazione, passando per gli utensili diamantati alle possibili applicazioni della pietra nell’architettura e nel design.

Contattaci oggi per ricevere un’analisi gratuita sui tuoi crediti.