RECUPERO CREDITI THAILANDIA

  • Presenza ed operatività in Thailandia da oltre 9 anni con il presidio di 2 collaboratori a Bangkok – Phuket town

  • Approccio stragiudiale altamente consigliato: Ritardi nei pagamenti volti ad ottenere una mediazione

  • Attività stragiudiziale svolta da legale locale con diversi livelli di pressione e inizia con invio di una lettera di diffida

  • Termine di prescrizione 10 anni e non sempre possibile richiedere interessi moratori

Nome e Cognome (richiesto)

Ragione Sociale (richiesto)

Telefono (richiesto)

Email (richiesto)

Ho letto l'informativa privacy alla seguente pagina: www.invenium.it/privacy-policy/ e acconsento al trattamento dei dati personali (art. 13 Dlgs. 30 giugno 2003, n196)

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Devi recuperare dei crediti in Thailandia? Affidati all’esperienza di Invenium

Il recupero crediti in Thailandia è spesso un compito difficile soprattutto se il debitore rifiuta la propria disponibilità a trovare un accordo bonario.

Spesso dietro la mancanza di un pagamento si nasconde il tentativo da parte del debitore di ottenere uno sconto significativo. In Thailandia dunque la migliore strategia è quella di attivare un procedimento di recupero crediti di tipo stragiudiziale tentando una transazione a sconto evitando in ogni modo il contenzioso, per due ordini di ragioni:

  1. L’ordinamento tailandese non prevede alcun procedimento speciale di ingiunzione di pagamento.
  2. La Tailandia non è parte di alcun Trattato o Convenzione internazionale in materia di riconoscimento ed esecuzione di sentenze straniere.

Una volta esauriti i tentativi extragiudiziali si può tentare la via giudiziale, tenendo altresì presente che il periodo ordinario di prescrizione è di 10 anni e che non sempre si possono applicare gli interessi moratori.

Per quanto riguarda la procedura giudiziale, solitamente, in Thailandia si procede con l’invio di una diffida legale emessa da un avvocato tailandese, nella quale si concede un termine di pagamento dai 7 ai 15 giorni.

In mancanza del pagamento si procede con il deposito di un ricorso con il dettaglio degli accadimenti. La Corte procede con un esame preliminare del ricorso e, laddove non ravvisi motivi ostativi alla sua ricevibilità, fissa un’udienza ed emette un avviso da portare a conoscenza del convenuto entro 7 giorni.

Il debitore dispone poi di 15 – 30 gg per il deposito della propria comparsa di costituzione nella quale espone le proprie difese e propone eventuali domande riconvenzionali.

È quindi facile intuire quanto complessa sia la macchina giudiziale tailandese, e come sia difficile ottenere una sentenza a favore, ma soprattutto come sia ostico ottenere il riconoscimento della sentenza ed eseguirla nel Paese del debitore: per tutti questi motivi, dunque, è opportuno affidarsi a una società esperta nella gestione dei crediti internazionali come Invenium per tentare un’azione efficace di recupero crediti in Thailandia.

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL RECUPERO CREDITI IN THAILANDIA?

Puoi visualizzare la nostra video-analisi sul recupero stragiudiziale in THAILANDIA a cura dal nostro CEO & Founder dott. Claudio Mombelli

PERCHE’ INVENIUM?

Da 20 anni leader in Europa per la gestione e il recupero dei crediti esteri

INVENIUM dispone di un network di partner specializzati nel recupero dei crediti

Con più di €70M di crediti gestiti e 3000 clienti in tutto il mondo, INVENIUM è leader in Europa

Un gruppo in continua espansione per garantire competenza e risultati alla propria clientela

ALCUNI DEI NOSTRI CLIENTI

NETWORK INTERNAZIONALE

Siamo presenti in tutto il mondo da oltre 20 anni, con numerosi partner legali consolidati ed attivi in più di 115 paesi