Perdite su crediti: quando non si ottiene lo sgravio, quale soluzione?

Il dott. Mombelli, Ceo di Invenium, suggerisce, come soluzione possibile quella della cessione.

Il quinto comma dell’art.101 del TUIR, in materia di perdite su crediti, prevede che queste ultime siano deducibili ai fini IRES, se risultano da elementi certi e precisi e in ogni caso se il debitore è assoggettato a procedure concorsuali, che devono essere documentati dal contribuente.

Anche per quanto concerne la Prescrizione (altro requisito per la messa a perdita), è necessario  raccogliere la documentazione probatoria.

In alcuni casi, gli elementi certi e precisi si ritengono sussistenti ex lege, e la deduzione delle perdite può avvenire senza ulteriori oneri probatori a carico del contribuente: è il caso dei crediti di modesta entità.

Se il credito è di modesta entità, cioè ha un valore nominale ed è scaduto da oltre 6 mesi, può essere portato in deduzione:

– inferiore a 2.500 euro Iva compresa per tutte le imprese;

– inferiore a 5.000 euro Iva compresa per le imprese con ricavi superiori a 100 milioni di euro;

Abbiamo intervistato il dott. Mombelli, Ceo di Invenium, per capire come bisogna agire nel caso in cui non sia avvenuta la prescrizione del credito, l’assoggettamento del debitore alle procedure concorsuali o si tratti di crediti di importi rilevanti

 

Dott. Mombelli che alternativa propone alle aziende con crediti inesigibili o di difficile esigibilità?

Dott. Mombelli : “Da quanto evidenziato, un’azienda ha poche chances nel portare a perdita il credito e usufruire del beneficio fiscale ad esso connesso. Unica soluzione per azzerare i rischi, consiste nella cessione del credito, sia nel caso di singole posizioni che di interi portafogli”

Quali sono i vantaggi della cessione dei crediti?

Dott. Mombelli:  “In taluni casi la cessione consente di  rendere immediatamente liquidi ed esigibili i crediti incagliati senza far fronte ad ingenti investimenti finanziari. Nella maggior parte dei casi tali crediti non hanno alcun valore effettivo e, la cessione consente solo di ottenere una minore imposizione fiscale sugli utili. In aggiunta la cessione dei crediti deteriorati   consente di migliorare il proprio rating grazie alla cosiddetta pulizia di bilancio