Il recupero crediti in Olanda

Nonostante il quadro economico positivo, i rilevanti flussi di export dall’Italia inducono a riflettere sul tema dell’insolvenza delle Aziende Olandesi

La favorevole congiuntura in ambito UE, è certamente uno dei driver per un’economia export oriented come quella olandese, che ricava un terzo del suo reddito proprio dalle esportazioni (dirette per il 79% in Europa).

Nel 2017 si prevede una crescita del PIL del 3,3% e del 2,5% nel 1018. Si prevede altresì una discesa del debito pubblico e della disoccupazione che si attesterà al 4,3%; ci sarà un contenimento della spesa sanitaria ed il progressivo ritiro dello Stato da Gruppi bancari e Assicurativi.

L’Olanda dunque archivia i timori legati alle ripercussioni commerciali di Brexit e le incertezze politiche sulla possibile avanzata populista in Europa – che ne hanno a malapena scalfito l’economia, cresciuta dell’1,5% congiunturale nel secondo trimestre - e si proietta verso la migliore performance dell’ultimo decennio: una crescita superiore a quella stimata per Germania, Spagna, Francia e Italia. Con o senza un nuovo governo.

Secondo dati ISTAT, nel 2016, tra i settori più rilevanti dell’export italiano verso i Paesi Bassi, resta prioritario il settore dei macchinari e apparecchiature con esportazioni in valore per 1,5 mld di Euro (14,9% del totale). Seguono in ordine di importanza, prodotti alimentari per 880,3 mln Euro (9%), prodotti chimici per 861,1 mln di Euro (8,9%), prodotti farmaceutici 724,5 mln di Euro (7,4%), ed apparecchiature elettriche per 529,9 mln di Euro (5,4%).

Nonostante il quadro economico positivo, i rilevanti flussi di export dall’Italia inducono a riflettere anche sul tema dell’insolvenza delle Aziende Olandesi.  I Paesi Bassi infatti, per la prima volta, dopo molti anni, si trovano a dover affrontare il problema dei ritardi dei pagamenti nelle transazioni commerciali.

L’imprenditore olandese, infatti, ha la tendenza ad effettuare il pagamento delle fatture solo dopo aver ricevuto diversi solleciti e intimazioni di pagamento, confidando nel fatto che il creditore, soprattutto se estero, lascerà trascorrere del tempo prima di conferire incarico ad uno studio legale.

Generalmente è opportuno farsi assistere da una Società che garantisca una presenza legale in loco poiché il sollecito effettuato da un Avvocato olandese – seppur in via extragiudiziale – aumenta notevolmente le possibilità di successo. In caso di mancato pagamento e per importi superiori ai € 5.000,00 si può presentare un’istanza di fallimento.

Questo Istituto costituisce la leva più efficacie di recupero crediti ed è pertanto altamente utilizzato.

Di contro, ribadiamo che le controversie trattate fin dall’inizio da una Società accreditata e organizzata territorialmente con avvocati specializzati nel recupero crediti, quasi sempre, si risolvono positivamente, per il creditore, già nella fase stragiudiziale.

Per maggiori informazioni contattaci o visita il nostro sito