Il recupero crediti nel settore energetico

Le società energetiche si trovano spesso ad affrontare problemi generati da ritardi di pagamento ed insolvenze. Con Invenium si possono recuperare e/o cedere i crediti insoluti

Secondo i primi dati provvisori, rilevati da Terna, società che gestisce la rete elettrica nazionale, il totale dell’energia elettrica richiesta in Italia nel 2017, ammonta a 320,4 miliardi di kWh ( in aumento del 2% rispetto al 2016; rispetto ai volumi dello stesso mese dell’anno precedente, l’incremento è del 2,3%) che rappresenta il valore più alto dal 2013.

A livello territoriale, la variazione di dicembre 2017 è stata positiva ovunque ed in linea con la media nazionale, in tutte le aree del Paese: +1,7% al Nord, +1,5% al Centro e +1,8% al Sud.

Negli ultimi anni lo scenario energetico mondiale ha subito notevoli cambiamenti ed attualmente l’Italia gioca un ruolo importante nella creazione di uno snodo mediterraneo del gas, come scrive la Commissione europea in Italy Energy Union factsheet.

Attualmente l’Italia è interessata da 15 grandi opere energetiche.

Nel ritratto energetico dell’Italia, la Commissione ricorda che dal 2015 in sostanza non è cambiato il profondo deficit energetico italiano, anche se le fonti rinnovabili di energia (arrivate addirittura al 17,3% dei consumi energetici nel 2015) hanno dato un contributo importante a spostare il peso delle diverse tecnologie.

Carbone ed elettricità sono rimasti costanti, mentre è cresciuto in modo rilevante l’importazione di metano, fortunatamente con un’invidiabile diversificazione dei Paesi di provenienza, ed è precipitato il petrolio (rispetto al ’95 il petrolio è sceso dal 58 al 37,6% del consumo interno lordo).
Da alcuni anni il settore delle utilities sta subendo profondi cambiamenti dovuti a liberalizzazioni, fusioni aziendali, apertura del mercato e alla perdita di posizioni monopolistiche.

Le società che erogano servizi di elettricità, gas, acqua si trovano spesso ad affrontare problemi generati da ritardi di pagamento ed insolvenze.

In particolare, il fenomeno dello switching delle utenze ha generato un incremento della morosità.

Invenium è in grado di erogare servizi diversificati per soddisfare specificamente le esigenze delle aziende operanti nel settore energetico.

Oltre al tradizionale servizio di recupero crediti verso le PMI, siamo in grado di gestire acquisizioni di portafogli di crediti di diversa natura:

  1. Verso la Pubblica Amministrazione;
  2. Verso le società fallite e/o in procedura concorsuale;
  3. Crediti non performing, deteriorati, in contenzioso;
  4. Crediti già passati a perdita negli ultimi 5 anni.

Nell’attuale contesto economico Invenium opera come advisor di rilevanti investitori istituzionali  italiani ed esteri, con la finalità di consentire il definitivo deconsolidamento dei crediti problematici e di dubbia esigibilità, garantendo alle società del settore utilities importanti vantaggi in termini di aumento di cash flow e profittabilità.

Per maggiori informazioni e per parlare con un esperto contattaci o visita il nostro sito.