Il recupero crediti in Belgio

Italia e Belgio si posizionano tra i primi 10 mercati di reciproco interesse. Cosa fare quando non si ottiene il pagamento dovuto?

Il Belgio, grazie alla sua posizione geografica nel cuore dell’Europa, ha un’economia molto aperta agli scambi e rappresenta un importante partner economico per l’Italia, soprattutto nelle relazioni commerciali.

Nell’interscambio commerciale con il Belgio, l’Italia si attesta al quinto posto fra i Paesi importatori e all’ posto fra i Paesi fornitori (dati relativi ai primi tre mesi del 2017) con un saldo commerciale di 1,717 miliardi di euro.

I principali settori d’esportazione riguardano i beni di consumo ed i beni intermedi fra cui compaiono i prodotti chimici, macchinari e attrezzature, e gli autoveicoli.

Il Made in Italy visto come marchio di alta qualità ha una reputazione molto positiva in Belgio. I prodotti italiani  sono da sempre associati a qualità superiore, estrema attenzione ai dettagli, all’eleganza ed alla lunga tradizione nella produzione. Dalla moda alle calzature, dal design d’interni alla ricerca, il Made in Italy si è sempre distinto sul mercato belga.

La voce più importante dell’import belga riguarda i prodotti chimici, che rappresentano circa il 25,9% del totale delle importazioni dal mondo. Inoltre, le esportazioni italiane in Belgio nel settore dei prodotti chimici ammontano a ca. 5 mld di Euro l’anno e rappresentano  il 42,8%  del totale delle esportazioni italiane nel paese.

Il settore dei macchinari e apparecchiature rappresenta il 5,8% del totale delle importazioni belghe provenienti dal mondo. Le esportazioni italiane nel settore in questione costituiscono l’11,4% dell’insieme delle esportazioni in Belgio provenienti dall’Italia, ammontano a ca.1,5 mld di Euro l’anno.

Le importazioni belghe nel settore degli autoveicoli rappresenta l’11,7% del totale delle importazioni. Le esportazioni italiane in valore ammontano a ca. 700 mln di Euro l’anno, rappresentano il 6,6% dell’insieme delle esportazioni italiane in Belgio. Fra i mezzi di trasporto particolare menzione merita l’import di parti staccate, che alimentano all’importante attività di assemblaggio svolta in Belgio.

Seppure Il Belgio continua a rappresentare per l’Italia un partner privilegiato, le aziende esportatrici italiane, spesso si trovano in una condizione di  notevole svantaggio nel recupero di un credito o nel far valere le proprie ragioni.

Come recuperare i propri crediti in Belgio?

Per un’attività di recupero crediti in Belgio è prassi esperire un primo tentativo di recupero del credito in via stragiudiziale.

La legge del 2 agosto 2002 relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali prevede che la parte inadempiente è debitrice di una somma forfettaria pari al 10% del valore del credito inevaso.

Qualora il tentativo di recupero del credito stragiudiziale non andasse a buon fine, ci sono due diverse opzioni:

  • Per i crediti non contestatiè anche possibile, qualora si sia in possesso di un titolo che dimostra l’effettiva esistenza del credito, promuovere la procedura europea di ingiunzione di pagamento, ex Reg. CE 1896/2006, volta ad ottenere un titolo che può essere portato in esecuzione in tutti i Paesi Membri.
  • Per i crediti contestatiè invece opportuno intraprendere una causa ordinaria.

Il recupero crediti in Belgio è quindi un’operazione abbastanza complessa, che necessita sicuramente l’affiancamento da parte di una società di recupero crediti internazionale come Invenium, che potrà assisterti in ogni fase della riscossione dei tuoi crediti insoluti in Belgio.

Per maggiori informazioni e per parlare con un esperto visita il sito oppure contattaci