Il Credito di Filiera

Il Credito di Filiera oltrepassa il merito creditizio della singola Impresa per appoggiarsi al rating di più soggetti coinvolti, a diverso titolo, nella medesima catena commerciale

I tempi medi di incasso dei crediti commerciali si attestano in Italia su una media di 78 giorni rispetto ai 47 giorni della media UE.   I tempi medi di pagamento dei debiti – da parte delle PMI –  ai propri fornitori sono di 137 giorni in Italia contro i 65 dell’ UE.  A ciò si deve aggiungere lo stock delle insolvenze commerciali.

Il tasso di insolvenza delle imprese italiane è sceso, a fine 2016,  al 4,3% dei livelli pre-crisi e il 2017 sta confermando questa tendenza. Ma l’abbassamento della quota di insolvenza è solo in parte dovuta al miglioramento della congiuntura; molto dipende anche dalla motivazione che numerose imprese, negli anni scorsi, sono state poste in liquidazione e molte sono entrate in procedure concorsuali, uscendo dal mercato.

Nel secondo trimestre del 2016 le imprese che hanno portato i libri in Tribunale sono state 3.740, Da inizio anno sono invece 7.343 le imprese fallite, con una media di 58 chiusure al giorno.

Il valore delle fatture in attesa di essere pagato è vicino ai 560 miliardi di euro ma al momento il cosiddetto “credito di filiera” raggiunge quota 146 miliardi di euro.

E’ quindi una necessità sviluppare soluzioni di “supply chain finance” che siano alternative alle tradizionali proposte bancarie.

La maggior parte delle soluzioni offerte prevedono l’anticipo delle fatture non riscosse e la cessione dei crediti tramite il factoring. Oggi l’anticipo delle fatture vale circa 87 miliardi di euro ed il factoring 57 miliardi.

 

Invenium, da sempre al fianco della PMI propone formule molto interessanti con un’ottica di filiera che, sostituisce e oltrepassa il merito creditizio della singola azienda per “appoggiarsi” al rating di diversi attori.

 

  • Invoice trading o invoice auction: è l’anticipazione di una fattura one-shot dove premiante è il profilo del debitore ceduto piuttosto che il rating del creditore cedente.

 

  • Dynamic invoice: è la possibilità di allungare i tempi di pagamento ai propri fornitori (150 gg) individuando un soggetto terzo (third party funding) in grado di anticipare il summenzionato pagamento.

 

  • Cessione verso la PA “back to back”: è la possibilità di cedere il credito vantato verso una pubblica amministrazione e contemporaneamente fornire una garanzia di pagamento al fornitore – a monte della filiera (per liberare linee di credito e garantire il pagamento a monte della catena distributiva)

 

Per maggiori informazioni e per parlare con un esperto contattaci