Il recupero crediti in Malesia

La Malesia riparte da consumi ed export. Il Paese è allettante per gli imprenditori stranieri, ma come tutelarsi dai problemi di credito?

 

La frenata dell’economia della Malesia sembra aver toccato il fondo nel 2016, quando la crescita del PIL si è fermata al 4,2%, dal 6% del 2014.

Per il 2017, i principali istituti economici si aspettano un’accelerazione, anche se modesta. L’Asian Development Bank (ADB) e il Fondo Monetario prevedono un rimbalzo attorno al 4,5%, che punterà verso il 4,8% nel 2018.

Centri di ricerca malesi, come il Think Tank Serc., si spingono a stimare una crescita del 5% già quest’anno, grazie alla ripresa del commercio internazionale e alla tenuta della domanda cinese.

Anche per la Malesia vale, tuttavia, l’incognita Trump e il rischio protezionismo. Anzi, per un’economia così aperta (l’interscambio commerciale vale il 130% del PIL), conta ancora di più.

Prima ancora della normalizzazione delle politiche monetarie statunitensi, che potrebbe incidere sul flusso di capitali verso i mercati emergenti, l’ADB indica come fattore di rischio eventuali frenate degli scambi globali.

Gli Stati Uniti sono il terzo mercato di sbocco, dopo Singapore e Cina, mentre l’UE è quarta. Perciò, degli improvvisi rialzi dei dazi da parte dei principali partner ostacolerebbero la modesta ripresa.

Le prospettive economiche della Malesia, quindi, dipendono dalla ripresa dell’export, balzata del 26,5% a febbraio su base annua, e dai consumi privati.Questi sono aumentati in media del 7,2% tra il 2010 e il 2014 e hanno frenato a un pur robusto 6,1% negli ultimi due anni, rimanendo il principale motore del PIL.

E infatti, i settori più dinamici sono il commercio all’ingrosso e al dettaglio, l’alimentare, il turismo, e il comparto ICT.Grazie agli aumenti degli stipendi pubblici, all’incremento del salario minimo e agli sgravi fiscali, i consumi dovrebbero confermare il ritmo di crescita anche nel 2017.

La Malesia, inoltre, è un Paese di grande interesse per gli imprenditori stranieri in considerazione della sua economia stabile e sviluppata, della presenza di capitali, della certezza del diritto, dei centri per arbitrati e del sostanziale rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.

La Malesia è uno Stato federale dove gli investimenti stranieri sono tutelati e che gode di enormi ricchezze naturali e culturali, queste ultime grazie anche dalle diverse etnie che compongono la nazione.Tuttavia, si incorre spesso in problemi relativi al credito come ad esempio: ritardi nei pagamenti e insolvenze. Per tutelarsi in modo corretto, è bene affidarsi ad esperti in caso di problemi di questo tipo.

Invenium, per contro di alcune Aziende nel comparto della meccanica e dell’impiantistica, delle piastrelle e del settore alimentare ha effettuato, negli ultimi anni diversi interventi di recupero credito in via esclusivamente extragiudiziale.

Contattaci per maggiori informazioni e per parlare con un esperto, o visita il sito www.invenium.it